Umidificatore per sigari: conservali al meglio e gustali

Umidificatore per sigariVuoi mettere al sicuro i tuoi sigari da un ambiente secco o troppo umido?
Hai bisogno allora dell’umidificatore per sigari (anche chiamato humidor).
A differenza di un classico umidificatore, gli humidor ovviamente non servono per rendere più sano il tuo ambiente domestico ma sono ideati solo ed esclusivamente per la conservazione dei sigari.Il design varia in base al modello di humidor scelto. Ci sono degli umidificatori per sigari dalla forma di “scatole” altri che sono delle vere e proprie vetrinette (spesso utilizzate in prestigiosi locali, come ad esempio Hotel Bulgari, Kinsella Gardens, Private Cigars club e tanti altri).

Se sei un amante dei sigari non potrai fare a meno di acquistare un umidificatore per sigari. Se il sigaro non viene ben conservato perde la sua bontà. Inoltre, conservandolo acquisisce ancora più “sapore” (grazie all’invecchiamento del medesimo).  Più avanti andremo a vedere i motivi per cui è meglio acquistare un humidor, come scegliere l’umidificatore per sigari ideale e le sue caratteristiche.
Quindi, se non vuoi perderti tutto ciò, continua nella lettura di questo articolo così potrai scoprire tutto ciò che c’è da sapere sugli umidificatori per sigari.

Basandoci sul miglior rapporto qualità prezzo, abbiamo selezionato per te  i migliori 3 umidificatori per sigari. Scopri se le offerte sono ancora attive.
 
Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2019 13:04

Umidificatore sigari: come funziona?

Il funzionamento di un umidificatore per sigari è davvero molto semplice. Intanto bisogna subito specificare che il sistema umidificante varia in base al modello di umidificatore per sigari acquistato, anche se in alcuni casi è possibile anche “cambiare” tale sistema.
Abbiamo tre principali sistemi di umidificazione:

  • Sistema umidificante a spugna: in questo caso bisogna inserire la spugna umida all’interno dell’umidificatore (in un’apposita scatoletta), ciò consente l’evaporazione dell’acqua all’interno dell’humidor. Potrai controllare il livello di umidità tramite l’apposito igrometro. Questo sistema richiede comunque un controllo maggiore rispetto ai successivi perché bisogna mantenere umida la spugna. La spugna va imbevuta con acqua distillata.
  • Sistema umidificante a polimeri acrilici: i polimeri acrilici sono dei cristalli il cui volume aumenta una volta a contatto con l’acqua distillata. Quindi una volta inseriti nell’apposita scatoletta basterà versare all’interno l’acqua e i polimeri consentiranno l’evaporazione della medesima. Visto che l’acqua rimarrà all’interno di questa apposita scatoletta è il caso di stare attenti nel trasporto del tuo umidificatore per sigari, se no si rischia il rovesciamento dell’acqua. A differenza delle spugne hanno bisogno di minori controlli e mantengono in modo più stabile il tasso di umidità.
  • Sistema umidificante elettronico: il tutto è gestito elettronicamente tramite un apposito microprocessore. Ovviamente questi modelli però devono essere collegati alla presa della corrente e solitamente hanno delle dimensioni più voluminose (in alcuni casi sono delle vere e proprie vetrinette da esibire magari in salotto).

Umidificatori per sigari: l’importanza dell’igrometro!

Tutti i meccanismi citati in precedenza sono dotati di igrometro, in modo da poter sempre vedere il tasso di umidità presente nell’humidor.
L’igrometro svolge una funzione molto importante visto che i sigari vanno conservati alla giusta umidità. In linea generale il livello di umidità ideale oscilla tra il 68% e il 74%. Questo è ritenuto il livello ideale per far sì che il tuo sigaro abbia un aroma davvero speciale e ciò ne favorisce anche la combustione uniforme.

Humidor per sigari: perché conviene?

La giusta conservazione dà al tuo sigaro la giusta “bontà”, il giusto sapore senza che questo possa essere deprezzato. Gustare un sigaro dopo una dura giornata di lavoro o semplicemente quando si è in compagnia è di certo uno di quei momenti che bisogna godersi in pieno. Godersi un momento del genere con un sigaro “andato a male” non sarebbe proprio il massimo.

Acquistare un humidor per sigari conviene così il tuo sigaro non sarà mai né troppo umido né secco. Infatti, i sigari secchi sono fragili e soprattutto bruciano più in fretta. Al contrario, i sigari quando sono umidi hanno un sapore acido. Con un umidificatore il tuo sigaro sarà perfetto.
Se sei interessato all’acquisto o vuoi solo farti un’idea sui prezzi, clicca qui.

Humidor sigari: come scegliere?

Come scegliere un umidificatore per sigari?
In questo paragrafo andremo a vedere i parametri da prendere in considerazione prima di procedere all’acquisto del tuo humidor ideale. Sono davvero diversi i modelli in commercio per questo è necessario informarsi, ond’evtiare di scegliere l’umidificatore per sigari non adatto alle proprie esigenze.

Capienza e frequenza di consumo

Il tuo consumo di sigari è elevato o magari ami far invecchiare tanto i tuoi sigari per poi gustarne uno dopo tanto tempo?
In base alla frequenza di consumo cambierà la scelta dell’umidificatore per sigari. Se infatti il tuo consumo di sigari è piuttosto elevato è il caso di optare per dei modelli davvero molto capienti. Al contrario, se preferisci far invecchiare tanto i tuoi sigari per poi gustarne uno in occasioni speciali, allora non hai bisogno di un’elevata capienza e potrai accontentarti degli umidificatori mini per sigari.

Tipo di igrometro

Abbiamo due tipi di igrometro: uno a molla e uno a capello. Entrambi permettono di impostare il giusto livello di umidità per garantire la giusta conservazione dei tuoi sigari, solo che lo fanno in modo diverso. I più diffusi sono i primi con meccanismo a molla, i secondi invece si trovano solo negli umidificatori per sigari più costosi in quanto definiti più precisi.
Noi possiamo assicurare che anche con un umidificatore sigari con meccanismo a molla viene garantita un’adeguata precisione, basta conservare i sigari al giusto livello di umidità e non avrai alcun tipo di problema. Gli igrometri con meccanismo a molla hanno dimostrato negli anni di essere più che affidabili.

Materiali

Un’altra scelta va fatta in base al materiale con cui è stato costruito l’umidificatore per sigari. Infatti un humidor può essere realizzato in legno, ceramica, plexiglass o vetro. Ovviamente, anche in base al materiale cambierà il costo finale del tuo umidificatore per sigari. Di certo però un humidor in legno è meno fragile di uno in vetro, ragion per cui valuta nella tua scelta anche il fattore “resistenza”.

Umidificatore sigari: prezzi

Quanto costa un umidificatore per sigari?
I prezzi variano in base al modello che vorrai scegliere. Infatti, come abbiamo detto anche in precedenza, potresti acquistare un semplice umidificatore a forma di scatola oppure una vetrinetta da esporre in salotto. I primi hanno un prezzo alla portata di tutti, mentre le vetrinette sono più costose ma offrono di certo un design più elegante.
Dopo aver fumato il tuo sigaro magari in casa potresti sentire il bisogno, per te o per i componenti della tua famiglia, di purificare l’aria. In questo caso ti servirebbe o un umidificatore ad ultrasuoni o un umidificatori ad ebollizione o un umidificatore per termosifoni.